Nuovo illuminismo - Nuovo illuminismo

Nuovo illuminismo di Domiziana Giordano

RSS Feed

DGnews -Luca Tremolada

Luca Tremolada sullo stato dell’arte    

Commenti

illuminante:-)
Like very much this approach. But it takes a time to uderstand it all. :)
Oh si, tutte queste cazzate da letterato mi hanno sconvolto l'anima. Senza offesa, Domiziana, per te.
chiaramente scherzavo!!! Domiziana, perché una come te corre dietro a sti cazzoni? ma intervista, piuttosto, la spazzina, ops Operatrice ecologica, che incontri quando esci, sarebbe più interessante, oppure torna a fare quello per cui sei portata, l'attrice, non pensi di sprecare quello si cui sei dotata passando il tempo ad intervistare gente blasonata a cui non fotte un cazzo dell'arte? Vedono l'arte come un patrimonio, ma solo quando l'artista è crepato, per gestirsi le opere come pare a loro, e vada a fanculo chi c'ha rimesso una vita. "Si, per me l'arte è bla bla bla, vede... io ho studiato di qui... si, mi permetta di fare un'appunto, io ritengo, dall'alto dei miei studi, di poter, non so se elaborare, ma almeno capire, un quadro di codesta fattezza... bla bla bla, e intanto si incassa. Luca ha dato la meglio risposta, quella che non si dà.
La risposta di Luca Tremolada è ironica..... suvvia, un pò di leggerezza...
interessantissima mi e piacuta molto, ogni giorno si impara qualcosa di nuovo. Grazie Domiziana
After a second thought, I think writing has more impact, despite the new digital world of new media. Dg, be a freedom writer ! (ofcourse if circumstances let you)
Ciao, Domiziana! Sono un tuo collega di Nòva, e (come richiesto) sto girando questo messaggio sulla ipotetica cancellazione del diritto d'autore a un po' di amici e persone che penso siano sensibili alla questione, magari per divulgare ancora il messaggio-allarme fra i vari conoscenti. Ciao e a presto! Luca SILF/SLC/CGIL (il sindacato di categoria dei settori fumetto, illustrazione, animazione) comunica: In Italia, come segnalato più volte a suo tempo su afNews, un'apposita Commissione Minsiteriale sta stilando il nuovo testo completo della Legge sul Diritto di Autore per adeguarla alla normativa europea. Ieri si è riunito il Comitato consultivo per il diritto d'autore presso il Ministero, comitato nel quale abbiamo naturalmente un nostro rappresentante. In tale occasione, il Presidente della Commissione ha annunciato che il 18 dicembre, a Palazzo Chigi, incontreremo il ministro Rutelli per consegnargli il nuovo testo di legge sul diritto d'autore. Di tutta la legge. I tempi sono questi: entro il 7 dicembre dobbiamo far pervenire al ministero i nostri emendamenti agli emendamenti (al testo attuale della legge) già presentati (fra questi, anche il testo della proposta di legge a suo tempo proposta che aveva come testimonial Ivo Milazzo). In questi giorni il ministero stesso ci farà pervenire il testo sul quale lavorare. Con le altre associazioni di autori presenti in SIAE ci si sta organizzando per cercare di poter portare avanti un lavoro comune, tenuto conto delle esigue risorse a nostra disposizione rispetto a quelle di Confindustria, e le altre controparti imprenditoriali, che, avendo a disposizioni altisonanti studi di avvocati possono permettersi tempi rapidissimi. Alcune delle questioni più rilevanti riguardano internet, l'online e le nuove tecnologie, naturalmente. Va detto che, al momento, ci sono casi che richiedono molta attenzione, come da un lato i gestori di rete e le emittenti che, per incrementare i loro incassi e aumentare gli abbonamenti, vorrebbero abolire tout court il diritto d'autore; dall'altro i produttori e gli editori non vogliono nessun tipo di apertura, o meglio, cercano di approfittare della situazione per introdurre riforme che spingano verso il copyright anglosassone piuttosto che restare nell'ambito (più "umano") del diritto d'autore europeo. Per capirci, uno di loro ha proposto un articolo che introdurrebbe la cessione totale (dietro compenso forfait) del diritto dall'autore al produttore. Insomma l'esproprio totale dei diritti degli autori. In mezzo ci siamo proprio noi autori che siamo per aperture, ma solo se compensate da alcune forme di garanzie. Per giunta, come si accennava, i tempi che ci sono stati concessi, guarda caso, sono strettissimi (qualcuno ieri li ha definiti "tempi assassini"): i nostri emendamenti devono per forza pervenire entro il 5 dicembre 2007. Il testo attuale della legge lo trovate qui. Autori: potete inviare vostre ulteriori concrete e dettagliate proposte di modifica al SILF: silf-slc@mail.cgil.it, ma il tempo è davvero poco. Noi ci stiamo lavorando a tempo pieno, perché non basterà "incrociare le dita" per evitare danni al diritto di autore. Articolo di afnews
:))))))))))))
boia che cagata di arte che proponi...e devi esse giotto!!!!
24oreInviaStampaRoma, 10:12 CENSIS: L'ITALIA UNA "POLTIGLIA DI MASSA" SENZA COESIONE "Una mucillagine sociale che inclina continuamente verso il peggio". Cosi' il Censis descrive la realta' italiana, costituita da una maggioranza che resta "nella vulnerabilita', lasciata a se stessa", "piu' rassegnata che incarognita", in un'inerzia diffusa "senza chiamata al futuro". La realta' diventa ogni giorno "poltiglia di massa - spiega il Rapporto sulla situazione sociale del paese - indifferente a fini e obiettivi di futuro, ripiegata su se stessa"; la societa' e' fatta di "coriandoli" che stanno accanto per pura inerzia. Una minoranza industriale, dinamica e vitale, continua nello sviluppo, attraverso un'offerta di fascia altissima del mercato, produzioni di alto brand, strategie di nicchia, investimenti all'estero; cresce cosi' la voglia di successo degli imprenditori e il loro orgoglio rispetto al mondo di finanza e politica. Ma "siamo dentro una dinamica evolutiva di pochi e non in uno sviluppo di popolo": "la minoranza industriale va per proprio conto, il governo distribuisce 'tesoretti'", ma lo sviluppo non filtra perche' non diventa processo sociale e la societa' sembra adagiata in un'inerzia diffusa. Lo sviluppo di una minoranza non ha saputo rilanciare i consumi e la maggioranza si orienta per acquisizioni low cost e su beni durevoli, senza un clima di fiducia. L'italiano medio dovunque giri lo sguardo sembra pensare di fare esperienza del peggio: nella politica, nella violenza intrafamiliare, nella micro-criminalita' e nella criminalita' organizzata, nella dipendenza da droga e alcool, nella debole integrazione degli immigrati, nella disfunzione delle burocrazie, nella bassa qualita' dei programmi tv. La minoranza industriale, dinamica e vitale, non ce la fa a trainare tutti, visto che e' concentrata sulla conquista di mercati ricchi e lontanti, con prodotti a prezzo cosi' alto che non possono scatenare effetto imitativo.
Roma, senegalese si dà fuoco in piazza del Campidoglio ROMA - Una donna senegalese si è data fuoco per protesta sulla piazza del Campidoglio a Roma mentre una delegazione del presidente del Senegal stava entrando nel palazzo del Comune per incontrare il sindaco Walter Veltroni. Un paio di carabinieri hanno usato un estintore a bordo di un mezzo militare per spegnere subito le fiamme. La donna, 39 anni, è stata trasportata all'ospedale Sant'Eugenio; ha ustioni sul 40% del corpo.
che fine HAI fatto DOMIZIANA??????
Gravosi problemi familiari mi hanno segato le gambe, la testa , etc. Appena la nebbia mi si dirada dal cervello, ritorno. Grazie per le vostre lettere. A molto presto, dg